Colli Euganei

ITItaliano

Menu principale

Anello dei Colli Euganei

Anello dei Colli Euganei

Anello dei Colli Euganei

Pedalare in armonia alla scoperta del patrimonio naturalistico e artistico della pianura veneta

L'anello dei Colli Euganei è sicuramente motivo di orgoglio per tutta la provincia di Padova. Il progetto cicloturistico, inaugurato nel 2012 e ideato in cooperazione con le sette provincie venete, è stato creato per far scoprire alle persone in sella alla propria bicicletta i meravigliosi parchi di questa regione. “Lunga via delle Dolomiti” (E1) e il “Paesaggio del Palladio” (E7) sono solo due dei vari percorsi che, insieme all'Anello dei Colli Euganei (E2), possono essere affrontati senza particolari difficoltà.

Turisti e appassionati della bicicletta hanno a disposizione quasi 64 chilometri di itinerario che circonda il Parco Regionale dei Colli Euganei con i suoi sublimi paesaggi collinari. Una piacevole riscoperta della natura che offre possibilità di visitare le realtà di paese, castelli, chiese e ville che ancor oggi attirano visitatori da ogni parte d'Italia e del mondo.
L'itinerario che costeggia vari corsi d'acqua, che in passato rappresentavano le principali vie di comunicazione, si presenta prevalentemente pianeggiante con solo una lieve salita in corrispondenza di Bastia fino al monte Sereo. Il manto stradale è costituito da tratti asfaltati e tratti sterrati, ma facilmente percorribili da mountain bike , city bike e da turismo. La primavera è il periodo più bello per godere a pieno dei colori, dei profumi e di tutte le bellezze offerte dai Colli Euganei

Vediamo nel dettaglio il percorso:
partendo da Padova, in zona Bassanello, si prosegue verso l'argine destro del Canale Battaglia e, dopo aver lasciato la strada asfaltata, comincia la rilassante pedalata di circa dieci chilometri per giungere al maestoso Castello del Catajo, dimora della famiglia degli Obizzi.


Proseguendo si arriva a Battaglia Terme, rinomata località e sede del Museo della Navigazione Fluviale.
Passata la meravigliosa Villa Capolista con il suo giardino, è la volta di Monselice, graziosa cittadina dove è possibile visitare Castello Cini, il Duomo Vecchio e le Sette Chiese.

Proseguendo verso sud è possibile ammirare il panorama mozzafiato, le vaste distese dei campi coltivati e la vista delle imponenti mura della città di Este. Attraversato il centro storico e il Duomo della città, la pedalata continua lungo il canale Bisatto fino a giungere a Cinto Euganeo; qui è presente un ex-fornace, sede del Museo geo-paleontologico Cava di Bomba, tappa d'obbligo per  tutti gli amanti di pietre minerali e fossili.

Il percorso ciclistico continua verso il monte Lozzo dove è situato l'antico Castello di Valbona, per poi proseguire verso Vo' Vecchio, famosa per Villa Contarini-Venier e per la Chiesa di Carbonara.

Nella zona di Rovolon-Teolo-Montegrotto i lavori per la realizzazione di piste ciclabili congiunte tra loro sono stati ultimati, dando vita all'Anello ciclabile attorno ai Colli Euganei.
In località Bastia di Rovolon è possibile scegliere due tipi di percorso:
itinerario verso Treponti, Praglia, Montegrotto. Il paesaggio è contraddistinto da interminabili vigneti famosi per il moscato Fior d'Arancio, tra i quali svetta la caratteristica Torre Colombara. Oltrepassato Treponti di Teolo è possibile raggiungere l'Abbazia di Praglia, luogo di importante rilevanza storica e spirituale;
itinerario lungo l'argine del Bacchiglione: la poco trafficata strada comunale porta verso Cervarese Santa Croce, presso la quale è possibile apprezzare l'omonimo Oratorio, la chiesa nuova, fino a raggiungere l'importante Castello di Vaneza.


Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell'informazione: GAL Patavino.
Autorità di gestione: Regione del Veneto
- Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste -