Colli Euganei

ITItaliano

Menu principale

Progetto ColliEuganei.it

In viaggio lungo le “Antiche Vie Della Fede” tra Abbazie e antiche pievi

Antiche vie della Fede

La proposta del GAL Patavino, di un itinerario tra Colli Euganei e Bassa Padovana, alla scoperta del territorio, tra abbazie e antiche pievi

Andiamo alla scoperta di un territorio unico nella sua diversità, partendo dai Colli Euganei e attraversando la Bassa Padovana, ammirando i luoghi sacri, le loro straordinarie architetture e le opere d’arte che percorrono tutte le epoche storiche.

Partiamo dalla chiesa di San Giorgio, sul versante meridionale del monte Boscalbò nella frazione di Tramonte di Teolo, che ha un’origine antichissima, testimoniata da alcuni suggestivi frammenti di iscrizioni lapidee risalenti all’VIII e al IX sec. visibili sul muro laterale.

Da qui ci dirigiamo poi verso il borgo di Luvigliano, frazione di Torreglia, per una breve tappa alla bella chiesa di San Martino, la cui storia si intreccia con quella di Villa Vescovi, oggi patrimonio del FAI – Fondo Ambiente Italiano, e proseguiamo verso “Torreglia alta” e la chiesa di San Sabino, che sorge sul piccolo Colle della Mira.

Ci dirigiamo adesso nuovamente verso il comune di Teolo per visitare la chiesa di San Biagio, che svetta sul crinale della collina dominando la vallata sottostante e accoglie con la sua imponenza il visitatore al termine di una ripida scalinata. Prima di abbandonare i Colli Euganei facciamo una tappa sul Monte Venda – nel comune di Galzignano Terme – per ammirare i suggestivi ruderi dell’antico Monastero degli Olivetani.

Raggiungiamo quindi, infine, la Bassa Padovana per le ultime due tappe del percorso. La prima è il Santuario della Madonna del Tresto a Ospedaletto Euganeo, oggetto di un recente restauro che ha restituito alla loro originaria bellezza la chiesa, le antiche cappelle e la ricca collezione di ex voto, la seconda è il Duomo di Montagnana, che custodisce alcuni importanti tesori: i due affreschi che rappresentano Davide e Giuditta attribuiti al Giorgione, l’affresco del catino absidale del presbiterio che rappresenta L’Assunzione di Maria opera del Buonconsiglio e, infine, la pala con la Trasfigurazione di Cristo di Paolo Veronese.

Per approfondimenti:
https://www.galpatavino.it/in-viaggio-lungo-le-antiche-vie-della-fede-tra-abbazie-e-antiche-pievi/


Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell'informazione: GAL Patavino.
Autorità di gestione: Regione del Veneto
- Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste -