Colli Euganei

ITItaliano

Menu principale

Museo della navigazione fluviale

Museo della navigazione fluviale

Museo della navigazione fluviale

Il primo museo dedicato all'importante attività dei barcari

Battaglia Terme è il paese più originale dell'area euganea: sorto sulle sponde di un canale artificiale scavato in epoca medievale per collegare Padova a Monselice, si trasformò in poco tempo da piccolo villaggio raccolto attorno ad un porto fluviale, a ricca cittadina gremita di attività commerciali ed artigianali.

Lo snodo fluviale di Battaglia Terme, costituito dall'incontro di ben quattro corsi d'acqua (Bisatto, Rialto, Vigenzone e canale Battaglia), ha rappresentato per secoli il fulcro di un'intensa attività di scambi mercantili, basata sull'attività dei cosiddetti barcari, marinai esperti della navigazione fluviale. Con le loro barche trasportavano i masegni (blocchi di trachite) e le granaglie provenienti dall'area euganea verso i porti veneziani e lagunari.

Le testimonianze di vita di questi instancabili lavoratori e la storia della loro attività sono raccontate attraverso gli oltre 4000 reperti esposti nel Museo della Navigazione Fluviale.
Si tratta di un museo davvero unico nel suo genere, nato per iniziativa di alcuni ex barcari che, fin dal 1979, hanno raccolto con grande passione e tenacia tutti i materiali e i documenti che sono stati messi a disposizione del comune di Battaglia Terme per conservare la memoria del loro antico mestiere.

La visita al museo si articola in cinque sezioni che illustrano le tipologie di imbarcazioni, le attrezzature utilizzate  negli squeri, il sistema idroviario del territorio, l'evoluzione dei mezzi di propulsione e gli oggetti di vita di bordo delle barche. Durante la visita è anche possibile incontrare uno degli ex barcari che tramite la propria testimonianza orale vi farà scoprire tutti i segreti e le tradizioni dei lavoratori del fiume; non aspettatevi racconti di grandi avventure, ma esperienze di vita semplici e toccanti che tratteggiano la vera storia di Battaglia Terme e che arricchiscono l'anima.

Una sezione esterna, infine, permette di ammirare alcune antiche imbarcazioni da carico o di servizio che galleggiano nelle acque del canale adiacente il museo: qui potrete ammirare il burcio, la gabarra, il mototopo oltre alle più famose barche da passeggio come la mascareta e la gondola veneziana.



Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell'informazione: GAL Patavino.
Autorità di gestione: Regione del Veneto
- Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste -