Colli Euganei

ITItaliano

Menu principale

Sasso delle Eriche

Sasso delle Eriche

Sasso delle Eriche

Itinerario per arrampicata e bellissimo punto panoramico

Il sito chiamato localmente anche "Pria Grossa" (pietra grossa) si trova nel comune di Teolo.

Si tratta di una falesia di roccia vulcanica di modeste dimensioni, ma che sporge vertiginosamente sul fianco meridionale del Monte Grande, il quinto in ordine di altezza tra gli Euganei.

Osservandolo da lontano il Sasso delle Eriche appare come uno sperone roccioso in mezzo al bosco, visibile in maniera più evidente nella stagione invernale quando la vegetazione è più rada. Il sito è raggiungibile sia dalla valle sottostante partendo dal centro di Villa di Teolo, che dall'alto imboccando il sentiero n. 14 censito dall'Ente Parco. In quest'ultimo caso si parte dal Passo delle Fiorine e si imbocca il percorso ad anello che gira in quota attorno al Monte Grande. Giunti a circa metà del tracciato esposto verso sud si lascia il largo sentiero per percorrere la deviazione che scende velocemente lungo il pendio del monte e che coincide con un tratto dell'Alta Via dei Colli Euganei (sentiero n. 1). 

Questo percorso, piuttosto ripido, porta a costeggiare circa a metà versante la parete di trachite del Sasso delle Eriche, permettendo di effettuare una sosta per godere dell'ampio panorama che da qui si apre su tutti i colli centrali e la vicina pianura. Di fronte si ammira la più famosa e importante parete rocciosa dei Colli Euganei, Rocca Pendice, mentre lo sguardo abbraccia le cime dei monti Altore, Venda, Baiamonte, Pirio e Solone.

Il punto di osservazione privilegiato costituisce la principale attrattiva di questo sito, che offre anche itinerari di arrampicata. La parete è attrezzata con chiodi e ganci di sicurezza e presenta una via piuttosto facile e altre due vie più impegnative. 

Il nome “Sasso delle Eriche” deriva dal tipo di vegetazione termofila che ricopre l'area circostante, caratterizzata dalla presenza di numerosi cespugli di eriche arboree che in primavera regalano profumatissime fioriture.


Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell'informazione: GAL Patavino.
Autorità di gestione: Regione del Veneto
- Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste -