Colli Euganei

ITItaliano

Menu principale

Sentiero del Monte Fasolo n.12

Sentiero del Monte Fasolo n.12

Sentiero del Monte Fasolo n.12

Sentiero n.12 del Parco Regionale dei Colli Euganei

L'inizio del sentiero corrisponde all'imbocco della strada che porta alla Fattoria Monte Fasolo. Il primo tratto pianeggiante vi condurrà in un bosco di carpini, frassini, roverella e cespugli di asparago selvatico. Noterete inoltre il pungitopo, le campanule, il sorbo taorminale ed il moro mato, pianta di origine asiatica utilizzata per produrre carta e tessuti.

Raggiunto un bivio e dopo aver svoltato a sinistra in una strada in leggera salita incontrerete degli esemplari di alberi di Giuda, che in primavera offrono lo spettacolo della loro fioritura di colore rosso.

Procedendo il bosco diventa più fitto e meno esposto alla luce, segno di un cambiamento di esposizione. Ai lati del sentiero è possibile scorgere l'epimedio alpino (Epimedium alpinum) una pianta erbacea ritenuta il relitto glaciale dei Colli Euganei.

Il percorso è caratterizzato dalla presenza di maronari o castagni da frutto con sottobosco costituito da felce aquilina.

Quando giungerete presso una panchina vi accorgerete che il bosco riprenderà ad essere più luminoso e, dopo aver superato una staccionata, sulla sinistra potrete notare degli affioramenti di Scaglia Rossa, un tipo di roccia sedimentaria.

Successivamente svolterete alla destra di un ulteriore bivio fino a raggiungere una piazzola di sosta ricca di imponenti alberi di faggio.

È venuto il momento di ricongiungersi con il sentiero principale: discesa in mezzo alla robinia, svolta a destra, piccola salita, dritti fino alla curva a gomito che vi permetterà di percorrere le pendici del monte Fasolo. Camminando sulla destra troverete vigneti, alberi di mandorlo ed infine raggiungerete una fantastica zona panoramica con protagonisti il monte Rusta, il Gemola e Villa Beatrice, il monte Cero ed il Castello, e per ultimi (ma non per bellezza) i monti Cecilia, Ricco e Ventolone.
Volgendo lo sguardo verso nord compaiono il monte Venda, i resti del monastero e il monte Vendevolo.

Proseguendo incontrerete la Fattoria del Monte Fasolo, l'Oratorio di San Gaetano e una serie di vigneti fino al raggiungimento dell'inizio del percorso.

Mappa del sentiero



Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell'informazione: GAL Patavino.
Autorità di gestione: Regione del Veneto
- Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste -