Colli Euganei

ITItaliano

Menu principale

Villa Benacchio Barbaro

Villa Benacchio Barbaro

Villa Benacchio Barbaro

Una dimora storica domina la piccola vallata del Pianzio, sul versante meridionale del Monte Rua

La villa viene edificata nel XIV secolo su di un pianoretto a mezza costa denominato Pianzio (dal latino “pianus situs”), posizionato sul versante meridionale del Monte Rua.

La villa, di proprietà della famiglia Benacchio, è a pianta rettangolare, sviluppata su due piani, con portale di ingresso e finestrone al primo piano archivoltati. 

Nel parco sono presenti statue seicentesche che rappresentano Apollo Ercole e Sileno.
Del primo nucleo, il più antico, vi è tuttora traccia nei resti di archi nell’attuale scantinato, i quali costituivano il prospetto originario, precedente all’ampliamento della struttura.
Negli anni successivi, infatti, il volume del fabbricato viene raddoppiato con un ampliamento verso il monte.

Nel Seicento, un ulteriore ampliamento porta a un allungamento verso sud della struttura, che acquisisce così l’aspetto che vediamo oggi. Le abitazioni dei contadini sorgono nelle vicinanze dell’edificio padronale.
Nel 1863 l’edificio e le adiacenze vennero restaurate con l’aggiunta di decorazioni in stile romantico.

Nei primi decenni del Novecento, un’ulteriore ristrutturazione portò alla luce del vasellame di fattura rinascimentale, tra cui pezzi di grande pregio riccamente decorati che vennero restaurati e donati dalla famiglia Benacchio al Comune di Galzignano. 
Le stoviglie e il vasellame hanno trovato collocazione nella sala archeologica del Museo Archeologico Naturalistico dei Colli Euganei.


Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell'informazione: GAL Patavino.
Autorità di gestione: Regione del Veneto
- Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste -