Colli Euganei

ITItaliano

Menu principale

Villa Foscolo

Villa Foscolo

Villa Foscolo

La Ceriola e “Le ultime lettere di Jacopo Ortis”

La villa che porta il nome del poeta Ugo Foscolo è nota anche come Villa Cittadella Vigodarzere, oggi Villa Gottardo e si trova sulla strada che dal centro abitato di Abano Terme porta alla località di Feriole.

Immersa nella campagna, la dimora presenta le caratteristiche della tipica casa veneta, cinta da mura, con un porticato e un grande cortile.

Dopo i diversi tentativi fatti nel tempo di identificare la casa che ospitò il Foscolo sui Colli Euganei, il nome Ceriola (in analogia con Ceriole e quindi Feriole) e le seppur vaghe descrizioni che ne fa il poeta nella sua corrispondenza epistolare, hanno permesso di individuare definitivamente questa la villa come la dimora che ospitò ed ispirò l’ambientazione de “Le ultime lettere di Jacopo Ortis”, celebre romanzo del poeta. 
Così, nel 1978 su uno dei pilastri del cancello d’ingresso venne posta una lapide che ricorda la presenza in loco del poeta.

“Lettere” dai Colli Euganei

I Colli Euganei sono l’ambientazione del primo romanzo epistolare della storia letteraria italiana, che racchiude la trasfigurazione poetica del paesaggio euganeo.

Ne “Le Ultime lettere di Jacopo Ortis”, Foscolo ambientò sui Colli Euganei il ritiro del giovane Jacopo Ortis, repubblicano che aveva appena assistito al sacrificio della sua patria ed aveva visto infrangersi i suoi ideali patriottici con il Trattato di Campoformio, che decretava la cessione di Venezia all’Austria. 

Foscolo immagina il giovane Ortis scrivere lettere all’amico Lorenzo Alderani, nelle quali parla ampiamente della vita dei contadini del posto, descrive la visita alla casa di Francesco Petrarca ad Arquà e racconta l’amore per Teresa, donna promessa a un altro uomo. Qui si svolge anche il tragico epilogo della storia, con il suicidio del giovane.

Il poeta ci racconta i Colli Euganei con gli umori del bosco che pervadono i sensi, la brina nelle giornate d’autunno, la quotidianità del villaggio ed il lavoro dell’Uomo sulla pianura disegnata dalle coltivazioni, suggestioni che fanno da sfondo al ritiro solitario di Jacopo.


Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell'informazione: GAL Patavino.
Autorità di gestione: Regione del Veneto
- Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste -